Lentamente muore

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi
non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i
giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non
fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli
chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.

(Martha Medeiros)

venerdì 25 aprile 2008

TI ODIO


era una di quelle sere che ti dicevi: stasera sarà tutto perfetto, stasera mi divertirò, stasera dimenticherò quella brutta storia con quelli che sono i tuoi veri amici.
con quelli che pensi di poter stare bene in ogni momenti, con quelli che credi siano li disposti a vederti sorridere, con quelli che sanno consolarti nel migliore dei modi, con quelli con cui andresti in capo al mondo, con quelli che pensi non ti tradirebbero mai, quelli che pensi ci siano per ridere e scherzare, per piangere e ricominciare, e per vivere.
solo vivere. quelli che non ti farebbero mai del male.


e invece proprio una di quelle poche persone di cui ti fidi di più ti fa piangere, ti fa iniziare la serata con le lacrime agli occhi, ti distrugge fin dall'inzio quella che doveva essere la serata in cui avresti vissuto.
proprio lui. lui che sapeva come stavi, lui che sapeva quanto avevi appena passato, quanto non avevi ancora dimenticato, proprio lui che poche ore prima ti aveva detto "stasera tutti insieme ci divertiamo", proprio lui che quello non me lo poteva proprio fare.
lui che già una volta me l'aveva fatto, lui che mi aveva distrutto l'estate con le sue parole eppure quello non era bastato per dirgli "esci dalla mia vita e non tornare più" perchè io volevo ancora fidarmi di lui, perchè io sapevo che avevo bisogno di lui, perchè io non volevo perderlo, perchè noi quattro assieme eravamo semplicemente fantastici.


e la nostra amicizia stava andando troppo bene, perchè mai gli avevo rinfacciato tutto il male di questa estate, perchè mai gli avevo fatto pesare quello, per me era una storia chiusa, per me lui faceva parte di un'altra vita, una vita più nuova.
e poi gli è bastata una manciata di minuti per rovinare tutto, per farmi rivivere tutte le lacrime già spese per lui, per farmi spendere ancora altre lacrime.
perchè mi ha trattato proprio come aveva già fatto pochi mesi fa.


lui che mi diceva che non voleva farmi male, lui che mi scriveva che io ero "una vera amica" lui, lui, lui....lui che mi ha fatto un male cane, lui che ha distrutto tutto, lui che l'ha fatto nel momento più sbagliato in assoluto, proprio quando sapeva che avevo visto andare via una delle persone più importanti che avevo.
lui con quelle parole, lui con i suoi messaggi, lui che ancora non smette di farmi male.


e io che ho sbagliato, e io che un'altra volta ho sbagliato. ho sbagliato a fidarmi degli altri, ho sbagliato a fidarmi di lui. e me l'avevo detto, tanti me l'avevano detto, me l'avevo che stavo sbagliando....eppure no, io ero certa che quell'amicizia lui se la sarebbe meritata.
e io sbaglio sempre, ho sbagliato con ale, e ora sbaglio pure con lui.
perchè non c'è nulla di giusto nella mia vita? perchè è tutto così...perchè fa tutto così schifo...perchè la mia vita fa tutta così schifo?chiedevo un amore, e quell'amore se ne è andato, chiedevo un amico e pure lui mi ha tradito.
cosa ho fatto per ricevermi tutto questo?
cosa ho fatto a lui, perchè mi trattasse così?ogni volta. perchè?


e non l'avrei mai più detto di trovarmi a piangere ancora per colpa sua, non avrei mai più detto che lui mi facesse questo. lui che dice che per gli amici farebbe qualunque cosa, lui che dice che gli amici sono la cosa più importante. grazie, grazie per sto schifo che mi hai di nuovo fatto, grazie per avermi trattato da amica, grazie per aver fatto di tutto per una tua amica.


ma perchè, perchè sei così?non ti riconosco più, non so chi sei...anzi si, solo un grande stronzo, che nella mia vita non avrebbe mai dovuto entrare, un grande stronzo che odio per tutto quello che mi ha fatto, un grande stronzo che non merita più un cazzo, un grande stronzo di cui mi sono fidata come una scema, un grande stronzo che non vale nulla.
un grande stronzo che mi sta facendo di nuovo troppo male, e che colpa ne ho io per tutto questo?????cosa ne posso io?????
TI ODIO

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao a tutti!!!mi raccomando lasciate una traccia del vostro passaggio, mi farà piacere venirvi a trovare!